PROGRAMMA SVILUPPO PATRIMONIO CULTURALE, STORICO E NATURALISTICO


Nel centro abitato è ancora presente e funzionante l'antica segheria “Resga di Brasei”, azionata dalle acque del torrente Sorba, una delle segherie idrauliche più antiche e meglio conservate delle Alpi, fulcro del polo ecomuseale, recentemente ristrutturata grazie agli interventi economici della Regione Piemonte, Provincia di Vercelli e Comunità Montana Valsesia, nell’ambito del programma Ecomusei del Piemonte.

La struttura ed i suoi impianti sono attualmente periodicamente visitabili grazie a volontari; la carenza di fondi di cui soffrono gli enti promotori non consente attualmente di garantire un calendario di aperture con personale addetto.
Gli Ecomusei della Valsesia certamente possono rappresentare un buona attrattiva turistica per la valle e prova ne sono le numerose presenze che si registrano in occasione delle aperture periodiche. Il Comune intende pertanto dedicare parte delle risorse al funzionamento dell’ecomuseo, sia mediante l’ordinaria manutenzione della struttura e della derivazione d’acqua che garantisce il funzionamento della segheria, sia garantendo la presenza di personale specificatamente addetto in tutti i fine settimana.

Il personale stesso, oltre all’accompagnamento degli ospiti garantirà le informazioni relative a tutti gli altri Ecomusei della Valsesia facenti parte della rete regionale. In Località S. Antonio è stato recentemente ristrutturato un fabbricato, grazie agli interventi economici della Regione Piemonte (PSR 2007-2013 della Regione Piemonte MISURA 322 "Sviluppo e innovamento dei villaggi") dove l’Amministrazione comunale intende svolgere studi approfonditi che riguarderanno principalmente la risorsa CALCE e saranno coordinate e gestite principalmente da accordi programmatici con Università di primaria importanza, mediante propri collaboratori, e da volontari dell’associazione di Rassa.

Per le operazioni sopra ciatate ci si avvarrà dell’Associazione ONLUS – AMICI DI RASSA Cruggia da Spinfoj con la quale è in essere una Convenzione approvata dal Consiglio Comunale (D.C.C. N. 13 del 07/07/2008)

Si prevede un impegno annuale pari al 6 % degli introiti, garantendo lo stesso per un periodo di tempo pari alla durata della concessione

Simulazione dello stanziamento annuale per gli interventi di cui al punto 3 attualizzato al 2015 calcolato sugli incentivi tariffari in vigore:

Quota destinata agli interventi di cui al punto 3 (6%)