GESTIONE RETE SENTIERISTICA COMUNALE


Sul territorio comunale di Rassa è presente un fitta rete di sentieri che collegano i numerosi alpeggi e fungono da collegamenti intervallivi con i Comuni Valsesiani limitrofi, il biellese e la Valle d’Aosta. Con un recente intervento della Comunità Montana, nell’ambito del PSR 2007-2013 Misura 313, si è provveduto con la manutenzione straordinaria di due di questi percorsi e relativa segnaletica, mentre altri interventi minori sono stati eseguiti in questi anni da Comune e Comunità Montana grazie agli introiti delle autorizzazioni per la raccolta funghi.

Anche il CAI Varallo attraverso i propri volontari esegue occasionalmente piccoli interventi di manutenzione della segnaletica, ma la carenza di risorse impedisce un piano programmato di manutenzione come sarebbe necessario. Numerosi alpeggi sono tutt’ora utilizzati dalle mandrie e questo costituisce una ulteriore necessità in questo senso.

  1. Il Comune di Rassa si propone per un Accordo programmatico con il CAI Varallo per la manutenzione della rete sentieristica che interessa il territorio comunale ed i collegamenti con le valli confinanti, in particolare per la segnaletica e cartellonistica.

  2. Costituirà inoltre un fondo annuale destinato ai lavori di manutenzione ordinaria e/o straordinaria necessari al mantenimento di tutti gli attuali tracciati

Ciò solleverà da un lato la Comunità Montana Valsesia dal sostenere tali spese destinando le proprie risorse al altri Comuni e garantirà una permanente e corretta fruizione dei percorsi.

Il perfezionamento della presente proposta, potrà essere formalizzato con l’approvazione, da parte del CAI Varallo dell’allegato schema di convenzione con il Comune di Rassa, mentre i finanziamenti per la manutenzione che la Comunità Montana periodicamente destinava, andranno a cessare con la messa in funzione della centralina.

Si prevede un impegno annuale pari al 3% degli introiti, garantendo lo stesso per un periodo di tempo pari alla durata della concessione.

Simulazione dello stanziamento annuale per gli interventi di cui al punto 3 attualizzato al 2015 calcolato sugli incentivi tariffari in vigore:

Quota destinata agli interventi di cui al punto 3 (5%)